ONG E MIGRANTI, L'OSSERVATORE ROMANO: «IL SOSPETTO NON SEMBRA PRIVO DI FONDAMENTO»

L'Osservatore Romano pubblica l'articolo dal titolo "Sulla pelle dei migranti · Sospetti di manipolazioni a fini economici e politici degli atti umanitari, 28 aprile 2017, sulla "questione portata alla ribalta dalle dichiarazioni del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro che sta indagando, così come avviene da parte di altre procure siciliane, su presunti contatti tra alcune ong presenti nel Mediterraneo con proprie imbarcazioni e gruppi di scafisti".

29/04/2017 - Il sospetto è che le navi delle organizzazioni non governative vengano utilizzate come una sorta di taxi dai trafficanti di esseri umani per fini tutt’altro che umanitari. Un atto doveroso e irrinunciabile, come quello di salvare vite umane, verrebbe così stravolto, infangato da interessi e giochi di potere. Così come è già accaduto per l’accoglienza diventata occasione di speculazione da parte di organizzazioni criminali."

Nell'articolo, L'Osservatore Romano mette in risalto "gli orrori della guerra, gli stenti di fughe interminabili, i rischi del mare aperto, lo sfruttamento economico e sessuale" cui sono esposti e sottoposti profughi e migranti. "Sulla pelle dei migranti sta emergendo un ennesimo scandalo - scrive L'Osservatore - : il sospetto — che purtroppo non sembra totalmente privo di fondamento — di una manipolazione a fini economici e politici anche delle operazioni di salvataggio".

"Le polemiche di questi giorni non aiutano a chiarire la questione. E la paura che venga meno lo sforzo generoso di molti per il salvataggio dei migranti non può portare a semplificare il problema negandone l’esistenza. È necessario liberare il campo da posizioni preconcette o utilitaristiche, così come è indispensabile tenere costantemente presente il dovere di salvare i migranti anche dallo sfruttamento che può essere fatto del loro dramma. Uno degli obiettivi delle indagini della procura di Catania è quello di accertare la provenienza dei fondi con i quali le ong sostengono le ingenti spese per il mantenimento delle navi in mare".


Read more »

PRECARIATO 2017: 60.000 ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (-13,6%)

Nei primi due mesi del 2017, nel settore privato, si registra un saldo, tra assunzioni e cessazioni, pari a +211.000, superiore a quello del corrispondente periodo del 2016 (+182.000) e inferiore a quello osservato nel 2015 (+244.000). Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro.
Roma, 27 aprile 2017 - Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) dei primi due mesi del 2017 risulta positivo e pari a +352.000. Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+33.000), dei contratti di apprendistato (+35.000) e dei contratti a tempo determinato (+284.000 inclusi i contratti stagionali). Queste tendenze sono in linea con le dinamiche osservate nei mesi precedenti.

LA DINAMICA DEI FLUSSI

Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nei mesi di gennaio-febbraio 2017 sono risultate 900.000: sono aumentate del 4,5% rispetto a gennaio-febbraio 2016. Il maggior contributo è dovuto alle assunzioni di apprendisti (+23,1%) e a quelle a tempo determinato (+10,4%) mentre sono diminuite quelle a tempo indeterminato (-12,5%).

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato sono risultate 60.000, con una riduzione rispetto allo stesso periodo del 2016 (-13,6%).

Le cessazioni nel complesso sono state 689.000 in aumento rispetto all’anno precedente (+1,4%): a crescere sono le cessazioni di rapporti a termine (+9,1%) mentre quelle di rapporti a tempo indeterminato sono diminuite (-9,5%).

Analizzando i motivi di cessazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato si osserva un valore dei licenziamenti totali pari a 92.000: in leggero aumento rispetto al valore di gennaio-febbraio 2016 (+3%); risultano in netta contrazione i licenziamenti per ragioni economiche scesi da 77.700 (anno 2016) a 71.300 (anno 2017, -8,2%). Il tasso di licenziamento (calcolato rispetto all’occupazione a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti), è risultato nel 2017 per il bimestre in esame pari a 0,9%, uguale a quello corrispondente del 2016 e di poco inferiore a quello del 2015 (1%).
Continua la contrazione delle dimissioni, su cui ha inciso l’introduzione, a marzo 2016, dell’obbligo della presentazione on line: -15,2% rispetto a gennaio-febbraio 2016.

Dai dati definitivi relativi all’esonero contributivo biennale le assunzioni agevolate sono state pari a 412.000 cui si aggiungono 204.000 trasformazioni di rapporti a termine beneficiarie del medesimo incentivo. In totale i rapporti agevolati sono stati 616.000, pari al 38% del totale delle assunzioni/trasformazioni a tempo indeterminato.

LE RETRIBUZIONI INIZIALI DEI NUOVI RAPPORTI DI LAVORO

Quanto alla composizione dei nuovi rapporti di lavoro in base alla retribuzione mensile, si registra, per le assunzioni a tempo indeterminato intervenute a gennaio-febbraio 2017, una riduzione della quota di retribuzioni inferiori a 1.500 euro (31,8% contro 35,8% di gennaio-febbraio 2016).

I VOUCHER

A marzo 2017 i voucher venduti, sono pari a 10,5 ml., si registra una contrazione del 3,6% rispetto al valore corrispondente di marzo 2016. Tale effetto è da ricondursi all’entrata in vigore del DL n. 25 del 17 marzo 2017 che ha disposto l’abrogazione dei voucher, pertanto, dal giorno 18 marzo 2017 non è più possibile l’acquisto dei buoni lavoro. Il dato relativo al mese di marzo è quindi da intendersi riferito fino a tale data.
I dati completi sono consultabili sulla home page del sito istituzionale dell’Inps (www.inps.it) nella sezione Dati e analisi/Osservatori Statistici, report dal titolo “Osservatorio sul precariato”, dove ogni mese vengono pubblicati gli aggiornamenti tabellari dei nuovi rapporti di lavoro e delle retribuzioni medie.

Read more »

IL RETTORE ANNULLA LA LAUREA MA IL TAR GLIELA RESTITUISCE

Il Rettore annulla la laurea ad un dottore commercialista della provincia di Agrigento ma il Tar gliela restituisce
La dr.ssa M.Y. di 35 anni , ha conseguito il diploma di laurea in Economia e Commercio con il voto di 110 e lode nell'anno accademico 2006/2007; nell'anno 2016, a distanza di quasi nove anni dal conseguimento del titolo accademico, riceveva una nota, a firma del Coordinatore della Segreteria Studenti, con la quale si comunicava l'avvio del procedimento volto alla cancellazione di alcuni esami ed al conseguente annullamento del titolo di laurea, con invito a presentare memorie difensive. La commercialista, presa visione degli atti, presentava un'articolata memoria procedimentale; ma il Rettore dell'Università di Palermo, disattendendo i contenuti della memoria procedimentale, disponeva l'annullamento in autotutela di quattro esami e del titolo accademico, con richiesta di restituzione della Pergamena di laurea, dando comunicazione del provvedimento a tutti gli atenei italiani . A questo punto la commercialista decideva di proporre un ricorso giurisdizionale davanti al TAR Sicilia contro l'Università degli Studi di Palermo, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Gerlando Alonge,per l'annullamento, previa sospensione, del provvedimento di annullamento in autotutela del titolo accademico, con richiesta di misure cautelari monocratiche, stante i presupposti di estrema gravità ed urgenza del caso.

In particolare gli avvocati Rubino e Alonge hanno lamentato, tra l'altro, la violazione della normativa afferente il procedimento amministrativo sotto molteplici profili, sia sotto il profilo del superamento del termine di diciotto mesi entro cui la pubblica amministrazione può annullare un provvedimento asseritamente illegittimo, sia in ordine alla mancanza di motivazione sulle osservazioni presentate dalla ricorrente, citando numerosi precedenti del Consiglio di Stato a sostegno delle proprie tesi difensive; ed ancora sottolineando che il disordine organizzativo accertato nei locali degli archivi e nelle sedi dislocate di raccolta dei verbali e degli statini di esame non è certo imputabile alla ricorrente. Si è costituita in giudizio l'Università degli Studi di Palermo, in persona del Rettore pro tempore, con il patrocinio dell'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo, per chiedere il rigetto del ricorso, previa reiezione della richieste cautelari avanzate dalla ricorrente.

Già il Presidente del TAR Sicilia, Dr. Calogero Ferlisi, aveva accolto la richiesta di misure cautelari monocratiche avanzata dagli avvocati Rubino e Alonge, stante una situazione di estrema gravità ed urgenza, atteso che la ricorrente rischiava l'immediata cancellazione dall'albo professionale dei dottori commercialisti, ed essendo docente presso Istituti di istruzione superiore, rischiava l'immediato licenziamento atteso il venir meno del diploma di laurea. Successivamente in sede collegiale il Tar Sicilia,Palermo,Sezione Prima, Presidente il Dr. Calogero Ferlisi, Relatore il dr. Sebastiano Zafarana, ritenendo ad un primo esame i motivi di gravame formulati dagli Avvocati Rubino e Alonge muniti del prescritto "fumus boni iuris", e ritenendo sussistente l'allegato pregiudizio grave ed irreparabile, attesa l'immediata ricaduta dei provvedimenti impugnati sulla posizione lavorativa ed occupazionale della ricorrente, ha accolto la domanda incidentale di sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti impugnati, nelle more della definizione del giudizio nel merito.

Pertanto, nelle more della definizione del giudizio nel merito, la cui udienza è fissata nel mese di aprile del 2018, la ricorrente manterrà il possesso del diploma di laurea e continuerà regolarmente ad insegnare presso gli istituti di istruzione superiore , mentre il Rettore dell' Universita' degli studi di Palermo dovrà dare comunicazione a tutti gli atenei italiani del provvedimento giurisdizionale di sospensione del proprio decreto di annullamento in autotutela del titolo accademico conseguito dalla ricorrente






Read more »

ONG E SCAFISTI, SCILIPOTI ISGRO’: “CHI ATTACCA ZUCCARO NON HA RISPETTO DELLA VERITA’”

28/04/2017 -  “In Italia il dibattito pubblico deve sempre essere monopolizzato da qualcuno. Trovo fuori luogo le contestazioni di chi attacca il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, solo perché ha fatto il suo lavoro, ossia determinare la verità. E’ evidente che può nuocere a chi ha tutti gli interessi a veder incrementare gli sbarchi di clandestini ma i contatti tra Ong e scafisti libici gettano nel panico i sostenitori della strategia dell’invasione. Riteniamo tuttavia che chi ha sbagliato, debba pagare e il procuratore di Catania deve poter svolgere il suo lavoro liberamente per quanto questa verità possa far male. Di sicuro l’entrata in scena delle organizzazioni non governative che usufruiscono di fondi molto cospicui per intervenire nel canale di Sicilia, sono male controllate e ne sappiamo davvero poco su come svolgono il loro mandato. Accertare questi contatti vuol dire anche riconoscere alle organizzazioni umanitarie che operano in maniera trasparente ed esemplare la loro legittimità. La verità deve poter fare la sua strada anche a spese di chi ha abusato del suo ruolo solo apparentemente umanitario.”
Lo dichiara il Senatore Domenico Scilipoti Isgrò a margine di un convegno sull’immigrazione.



Read more »

BONUS MAMMA: IL PREMIO PER LA NASCITA PUÒ ESSERE RICHIESTO DAL 4 MAGGIO

Premio per la nascita o l’adozione di un minore. Rilascio procedura acquisizione domande. A partire dal 4 maggio 2017 sarà disponibile la procedura telematica di acquisizione delle domande relative al premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore, previsto dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017).

Roma, 28 aprile 2017 - Il beneficio economico sarà corrisposto dall’Inps su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’8° mese) oppure alla nascita o adozione o affido, per gli eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017. Il premio è concesso in un’unica soluzione per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. Per avere diritto alla prestazione, le gestanti/madri devono essere in possesso della cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane; per le cittadine non comunitarie è richiesto il possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dal D.L. 30/2007.
La domanda deve essere presentata telematicamente all’Inps mediante una delle seguenti modalità:
• via WEB, utilizzando i servizi telematici del portale www.inps.it, accessibili direttamente dalla richiedente tramite PIN forte;
• chiamando il Contact Center Integrato al numero 803164, gratuito da telefono fisso, oppure al numero 06164164 per le chiamate da cellulare con tariffazione a carico dell’utente;
• tramite i Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e, comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento. Per i soli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, data di rilascio della procedura telematizzata di acquisizione, il termine di un anno per la presentazione decorre dal 4 maggio.
Per la certificazione dello stato di gravidanza si può indicare una delle seguenti opzioni:
• presentazione allo sportello del certificato originale o di copia autentica, oppure spedizione dello stesso a mezzo raccomandata;
• indicazione del numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico SSN o convenzionato ASL;
• indicazione di avvenuta trasmissione del certificato all’Inps per domanda relativa ad altra prestazione connessa alla medesima gravidanza;
• per le sole madri non lavoratrici, indicazione del numero identificativo a 15 cifre di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o convenzionato, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso.

Se la domanda è presentata a parto già avvenuto, la madre dovrà autocertificare nella domanda il codice fiscale del bambino. Le cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno valido ai fini dell’assegno di natalità devono certificare il possesso di tale titolo inserendone gli estremi nella domanda telematica.


Read more »

SCUOLA, LA MINISTRA FEDELI VISITA IL “KAROL WOJTYLA”: “MIUR AL FIANCO DELLE SCUOLE A RISCHIO”

“Le istituzioni scolastiche che sorgono in aree svantaggiate sono spesso chiamate ad essere l’unico presidio di crescita civile, di legalità, di presenza dello Stato. La scuola ‘Karol Wojtyla’ è esempio perfetto di capacità e dedizione nello svolgere questo oneroso compito”. Lo ha dichiarato la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, visitando oggi a Palermo l’Istituto Comprensivo “Karol Wojtyla”.

Roma, 28 aprile 2017 - “Sono stata particolarmente felice - ha proseguito la Ministra - di visitare questa istituzione in occasione di una ricorrenza importantissima: il trentacinquesimo anniversario dell’assassinio di Pio La Torre e del suo autista Rosario Di Salvo che ricordiamo oggi a Palermo. Pio La Torre aveva ben chiaro che la principale arma contro la mafia è il progresso, in tutte le sue forme, sociale, civile, culturale. Una visione che si sintetizza nella missione delle scuole nelle aree a rischio di tutta Italia. La scuola svolge un ruolo fondamentale. A scuola ragazze e ragazzi imparano ad essere cittadine e cittadini attivi e avvertiti. A scuola le docenti e i docenti trasmettono a studentesse e studenti valori e conoscenza necessari per contrastare ogni mafia, per vivere nella legalità, fuori da ogni logica di corruzione. Il vostro è un lavoro indispensabile. È all’interno del sistema di istruzione che ragazze e ragazzi vengono formati a riconoscere il male, a contrastarlo; che sviluppano comprensione dei fenomeni che attraversano la società e curiosità per ciò che è celato o occultato; che imparano ad accogliere la differenza, a farne occasione di arricchimento, a rispettare i diritti e le esigenze dell’altro, a dare spazio alle ambizioni di ciascuna e di ciascuno in un’ottica di costruzione di opportunità condivise e a beneficio di tutte e di tutti. È nella scuola che si imparano le modalità di quell’incessante percorso di ricerca oltre l’evidenza, oltre le certezze costruite e consolidate”.

“La battaglia per l’educazione alla legalità di studentesse e studenti e per il contrasto della dispersione scolastica è per il Miur un dovere morale ed una precisa missione politica, cui ci richiamano l’articolo 3 della Costituzione e gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU - ha concluso Fedeli -. È per questo che il nostro Piano in dieci azioni per una scuola più aperta, inclusiva, innovativa impegna 840 milioni di risorse del PON Scuola con un’attenzione particolare per i settori strategici di azione del Miur per le aree svantaggiate, in cui ragazze e ragazzi sono a maggiore rischio di insuccesso scolastico: rafforzamento delle competenze di base, di quelle digitali e di cittadinanza globale. Alle docenti, ai docenti, alle lavoratrici e ai lavoratori dell’Istituto ‘Wojtyla’ e di tutte le scuole che come questa sono in prima linea in contesti difficili, vanno il nostro ringraziamento e la promessa che il Ministero dell’Istruzione continuerà ad essere al loro fianco con azioni concrete”.









Read more »

ARTICOLO UNO-MDP, BERSANI LANCERÀ PROGETTO POLITICO A PALERMO

Palermo, 28 Aprile 2017 - Sono 66 i componenti del comitato provinciale di Articolo Uno– Mdp, costituito formalmente ieri sera nel corso della prima assemblea a Palermo del Movimento che ha l’ambizioso progetto di riunificare ed aggregare le varie anime del centrosinistra e la costruzione di un ampio campo progressista, che ha fra i suoi maggiori esponenti nazionali dirigenti come Pierluigi Bersani, Roberto Speranza, Arturo Scotto ma anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e Massimo D’Alema.

L’organismo politico, al quale si aggiunge un platea di ulteriori 30 componenti tra sindaci e amministratori comunali, rappresenta comitati territoriali e tematici, il mondo dell’associazionismo e diversi esponenti del mondo della cultura e delle professioni e del sindacato dell’intera provincia di Palermo. L’assemblea aperta dall’on. Mariella Maggio, deputato all’Assemblea regionale siciliana, ha visto una grande partecipazione; tra i presenti anche l’ex presidente della commissione nazionale Antimafia Francesco Forgione, l’ex presidente del consiglio comunale di Palermo Giorgio Chinnici e il senatore Francesco Campanella. Numerosi gli interventi, tra cui quelli di Ottavio Navarra, Caterina Altamore, Valentina Chinnici, Ninni Terminelli, Francesco Cantafia, Claudia Rizzo, Mary Albanese, Bonaventura Zizzo.

L’assemblea ha toccato i punti salienti del progetto di Articolo Uno- Mdp: il lavoro, la lotta alla precarietà, la scuola, l’abbattimento dei muri, la tutela dell’ambiente e della salute, i diritti e le conquiste sociali, i beni comuni. “Siamo qui per ritrovarci, il nostro è un progetto a campo aperto, partendo dai nostri valori che sono quelli del centrosinistra e l’affermazione di una identità che esiste e vuole emergere con forza per aggregare e costruire un soggetto politico e di governo”, ha detto Mariella Maggio. Presenti in assemblea anche i candidati di Articolo Uno – MDP nelle liste civiche a sostegno di Leoluca Orlando per il consiglio comunale e per le circoscrizioni. Nei prossimi giorni Pierluigi Bersani sarà a Palermo per lanciare il progetto politico.







Read more »

SAN FILIPPO DEL MELA, ALIPRANDI LAMENTA ANCHE UNA PRESUNTA “FORTE PENALIZZAZIONE PER IL TERRITORIO”

Messina, 28/04/2017 – E’ stata recentemente diffusa la notizia che il Sindaco di San Filippo del Mela Pasquale Aliprandi avrebbe presentato le proprie rimostranze, più che condivisibili, sul grave ritardo della Regione nell’attuare le bonifiche nel SIN (Sito di Interesse Nazionale per le bonifiche) dell’area industriale di Milazzo. Tuttavia Aliprandi lamenta anche una presunta “forte penalizzazione per il territorio” derivante dall’istituzione del SIN, che rappresenterebbe un “ostacolo allo sviluppo dell’intero territorio”: affermazioni gravi da parte di un Sindaco che dovrebbe innanzitutto difendere la salute dei propri concittadini.
Il fatto che le istituzioni finora siano state inadempienti rispetto all’obbligo di bonifica non può servire da alibi per poter cancellare del tutto tale obbligo. Quale sarebbe secondo Aliprandi l’interesse del territorio? Avere per sempre un ambiente inquinato e mai risanato? Questo non possiamo affatto accettarlo.

Chi ha inquinato il territorio e continua ad esercitare la propria attivitá inquinante dovrebbe immediatamente provvedere alla bonifica del suolo, sottosuolo e falda anche per l'applicazione del principio europeo "chi inquina paga". Qualora non si riuscisse ad individuare il “colpevole” dell’inquinamento dovrebbero essere le istituzioni a bonificare al più presto, anche per consentire la riconversione produttiva dell’area verso attività a basso impatto ambientale, come previsto dal Piano Paesaggistico recentemente approvato.
Delirante poi la frecciatina su un presunto “silenzio degli ambientalisti” (quali?).

Forse il sindaco Aliprandi non sa o fa finta di non sapere che da anni le associazioni ambientaliste chiedono un serio ed efficace piano di bonifica del territorio, con la consapevolezza però che per rendere pienamente efficace ogni bonifica dovrebbero anche essere spente le fonti di inquinamento. Peraltro una seria bonifica ed una riconversione “pulita” dell’area costituirebbero un volano per lo sviluppo e l’occupazione, in misura molto maggiore rispetto alle attuali industrie inquinanti. Al riguardo hanno avuto luogo anche diverse manifestazioni che hanno visto la partecipazione di migliaia di cittadini.

Da quasi 15 anni il nostro comprensorio è stato inoltre dichiarato Area ad levato rischio di crisi ambientale (AERCA). Abbiamo chiesto a gran voce l'approvazione ed il finanziamento del piano di risanamento ambientale e di rilancio economico. Piano che è stato redatto dall'ex ufficio speciale regionale Aerca e che giace nei cassetti dell'Assessorato territorio e ambiente. Questi ritardi non sono più tollerabili e ledono il diritto, garantito dalla costituzione, di difesa dell'ambiente e della salute pubblica.

Ben lungi dal rappresentare inutili “marchi”, il SIN e l’AERCA sono indispensabili per l'avvio delle bonifiche. Si tratta infatti di obblighi di legge che impongono le bonifiche per questo splendido e martoriato territorio. Bisogna che le istituzioni locali si uniscano ad associazioni e cittadini per pretendere il rispetto di tale obbligo, non il suo venir meno. Far fuori il SIN significherebbe accettare che le bonifiche non verranno mai fatte. Una prospettiva sciagurata ed inaccettabile per un territorio come il nostro, con elevate potenzialità di sviluppo diverso da quello industriale.

Cogliamo inoltre l’occasione per invitare ancora una volta il Sindaco Aliprandi ad esprimere finalmente un chiaro parere contrario nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) da cui dipende la realizzazione del famigerato mega-inceneritore del Mela, che peggiorerebbe gravemente il già insopportabile inquinamento e contro cui anche i suoi concittadini si sono già espressi in modo forte e deciso. E’ da quasi due anni che la procedura VIA è in ballo ed ancora l’amministrazione comunale di San Filippo del Mela non ha espresso alcun parere, ufficialmente nell’attesa di una apposita Conferenza dei servizi. Peccato però che l’amministrazione già da diverso tempo avrebbe dovuto esprimere un proprio parere, come previsto dalla legge e dalla procedura, ma non lo ha ancora fatto. PERCHE’?

Comitato dei cittadini contro l’inceneritore del Mela

Read more »

SCUOLA, ON LINE IL PORTFOLIO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Strumento chiave per lo sviluppo professionale e la valutazione
Roma, 28/04/2017 – La valutazione delle e dei dirigenti scolastici entra nel vivo: è disponibile da oggi, sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la versione elettronica del portfolio del dirigente scolastico che conterrà informazioni che vanno dal curriculum, al bilancio delle competenze, agli obiettivi e alle azioni professionali. Il portfolio consentirà alle dirigenti e ai dirigenti di analizzare i loro compiti e le loro competenze, di fare il punto sugli obiettivi di miglioramento. Sarà quindi uno strumento di supporto per il loro sviluppo professionale, ma anche uno strumento chiave per il processo di autovalutazione e di valutazione.

Il portfolio si compone di quattro parti. La prima (anagrafe professionale) raccoglierà informazioni professionali, dal titolo di studio agli incarichi ricoperti, sarà compilata dalle e dai dirigenti e sarà resa pubblica. La seconda parte riguarderà l’autovalutazione e il bilancio delle competenze: ogni dirigente potrà compilarla (non è obbligatorio) analizzando la propria capacità di gestione, di valorizzazione del personale, di promozione della partecipazione, di monitoraggio e rendicontazione. Questa parte consentirà a ciascuna e ciascun dirigente di riflettere sui propri punti di forza e debolezza, nell’ottica del miglioramento della propria professionalità. La terza parte, particolarmente rilevante ai fini della valutazione, sarà dedicata agli obiettivi e alle azioni professionali, sarà obbligatoria e pubblica, sarà compilata dalle e dai dirigenti che dovranno descrivere le azioni realizzate per raggiungere gli obiettivi previsti dal Piano di miglioramento della loro scuola. Infine la quarta parte sarà dedicata alla valutazione e agli eventuali consigli di miglioramento, sarà riservata al Nucleo di Valutazione, al Direttore dell’USR e al Dirigente scolastico.

Un primo video tutorial introduce ed illustra l’utilizzo del portfolio. Ci sarà tempo, per la compilazione, fino al 30 giugno. Le dirigenti e i dirigenti hanno già avuto, l’8 febbraio scorso, una versione cartacea del portfolio per poter familiarizzare con lo strumento. La versione on line, intuitiva e di facile utilizzo, facilita la compilazione, che non richiede un investimento di tempo gravoso: si tratta di fare sintesi di informazioni e documenti già in possesso e soprattutto di evidenziare il proprio specifico professionale per il perseguimento degli obiettivi di miglioramento della scuola. La valutazione delle dirigenti e dei dirigenti ha preso il via ufficialmente con la direttiva numero 36 dello scorso agosto.

Nel frattempo sono stati adottati e pubblicati i Piani regionali di valutazione da parte degli Uffici scolastici. Tra febbraio e marzo le dirigenti e i dirigenti sono stati abbinati ai nuclei di valutazione, nei cui confronti sono state svolte attività di informazione e formazione, che continueranno anche nei prossimi mesi. Fino a giugno si procederà con la compilazione del portfolio. Fra l’estate e l’autunno ci sarà da parte dei nuclei la vera e propria fase di valutazione a partire dalla documentazione interna al portfolio. Dall’anno scolastico 2017/2018 la retribuzione di risultato delle e dei dirigenti sarà legata al processo di valutazione.




Read more »

PON, FEDELI: “STANZIATI 50 MILIONI PER L’INTEGRAZIONE.

Roma, 27 aprile 2017 - Valorizzare le differenze, promuovere l’integrazione, il dialogo interreligioso e interculturale per costruire una maggiore coesione sociale. Sostenere lo sviluppo delle capacità relazionali delle ragazze e dei ragazzi e la partecipazione delle famiglie nella costruzione e nell’attuazione delle attività di scambio e confronto fra culture. È l’obiettivo del bando Pon pubblicato oggi che stanzia 50 milioni di euro per progetti di Inclusione sociale e Integrazione. Si tratta del penultimo dei bandi del Piano da 840 milioni di euro lanciato a gennaio dalla Ministra Valeria Fedeli, per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa.
I finanziamenti puntano, da un lato, ad abbattere la dispersione scolastica e a sostenere alunne e alunni con cittadinanza non italiana con maggiore difficoltà, ma anche e soprattutto a fare dell’integrazione uno strumento prezioso di arricchimento dell’offerta attraverso momenti di formazione sul fenomeno delle migrazioni (dal punto di vista storico, geografico, politico), sulle culture e sulle religioni, e attraverso attività ed esperienze tese a sviluppare competenze interculturali, comunicative, linguistiche. Particolare attenzione viene data al coinvolgimento delle famiglie sia in fase di scrittura dei progetti che di loro realizzazione.

“La velocità e la profondità dell’integrazione dipendono anche dalla scuola – dichiara la Ministra Valeria Fedeli -. È grazie al percorso che le ragazze e i ragazzi con cittadinanza non italiana fanno a scuola che il nostro Paese potrà contare anche sui loro talenti, sulle loro intelligenze. È a scuola che studentesse e studenti, famiglie e comunità con storie diverse possono imparare a conoscere le diversità culturali e religiose, a superare le reciproche diffidenze, a sentirsi responsabili di un futuro comune. Le scuole possono diventare laboratori di convivenza e di nuova cittadinanza”.

Laboratori di lingua italiana, ma anche di musica, street art, teatro e attività motorie, per facilitare l’integrazione attraverso l’universalità del linguaggio dell’arte e dello sport. Corsi di insegnamento o mantenimento della lingua d’origine, anche in collaborazione con le associazioni delle comunità straniere. Programmi per lo sviluppo delle competenze digitali, come agente di inclusione sociale, e delle competenze legate all’imprenditorialità, come forma di orientamento al lavoro delle giovani adulte e dei giovani adulti. Sono alcune delle attività che potranno essere realizzate.

Il bando ha come destinatari alunne e alunni, giovani adulte e adulti con cittadinanza non italiana, ma non solo: si dovrà lavorare sempre in gruppi eterogenei per favorire una vera integrazione e un vero scambio. Le scuole e i Centri per l’istruzione degli adulti potranno partecipare per conto proprio o in rete. Le reti dovranno obbligatoriamente comprendere tre scuole e almeno un ente locale e un ente senza scopo di lucro competente sulle tematiche oggetto del bando. Ogni iniziativa dovrà inoltre prevedere un momento di condivisione con la cittadinanza, anche in sinergia con amministrazioni locali, società civile e altri soggetti, per una scuola aperta e che sia comunità educante di riferimento per il territorio.

I progetti potranno essere presentati da singole scuole statali, di ogni ordine e grado, che riceveranno un massimo di 30mila euro. Si sale a 110mila nel caso delle reti. Per i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA) e le istituzioni scolastiche secondarie di II grado che hanno corsi di istruzione per adulti, comprese le sedi carcerarie, il finanziamento massimo potrà essere di 45mila euro.

Le scuole avranno tempo dalle ore 10 del 15 maggio 2017 alle ore 15 del 3 luglio 2017.







Read more »

SAN FILIPPO DEL MELA: AI DOMICILIARI SINDACO E VICE SINDACO PER INDUZIONE INDEBITA

PROGETTO DEL PARCO COMMERCIALE DI SAN FILIPPO DEL MELA: ARRESTI DOMICILIARI PER SINDACO E VICE SINDACO PER L’IPOTESI DI INDUZIONE INDEBITA A DARE O PROMETTERE UTILITÀ.
San Filippo del Mela (ME) , 28/04/2017 – I carabinieri del R.O.S. hanno notificato questa mattina 2 ordinanze cautelari di sottoposizione agli arresti domiciliari, emesse dal GIP del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta di quella Procura della Repubblica a carico di:
• ALIPRANDI Pasquale, attuale sindaco del comune di San Filippo del Mela (ME);
• RECUPERO Giuseppe, vice sindaco del comune di San Filippo del Mela (ME).
Le indagini, avviate nel 2010 con la D.D.A. di Messina e successivamente coordinate dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, nella persona del Procuratore, dott. Emanuele Crescenti, e del Sostituto dott. Alessandro Liprino, sono state condotte anche attraverso servizi di intercettazione ed hanno consentito di raccogliere gravi indizi relativi alle ipotizzate attività di concussione per induzione in occasione dell’iter autorizzativo del Parco Commerciale, denominato “La città della moda, del commercio e della tecnologia”, destinato a sorgere nella contrada Archi del comune di San Filippo del Mela (ME).

È emerso, in particolare, come l’iter autorizzativo del progetto, presentato dalla società AREA s.r.l. nel dicembre del 2006, avesse subito una lunga fase di stallo. Una significativa accelerazione del procedimento amministrativo si registrava proprio in concomitanza con i fatti oggetto d’indagine. In tale contesto si sarebbe inserito, infatti, GIUFFRIDA Giuseppe, imprenditore di origini catanesi ma operante nel messinese (deceduto nel novembre 2014) che, previa stipula di un contratto di assistenza e consulenza con la società progettista, avrebbe mediato i rapporti con le amministrazioni interessate all’iter autorizzativo.

In questa fase, le attività investigative avrebbero permesso di documentare dazioni di somme di denaro, materialmente eseguite dal GIUFFRIDA anche per conto e nel comune interesse di AREA s.r.l., in favore dell’ALIPRANDI (all'epoca dei fatti Vice Sindaco), del RECUPERO (all’epoca assessore al commercio) e di altri esponenti di quell’amministrazione comunale; si giungeva, in tal modo e nonostante le anomalie progettuali, al completamento del procedimento amministrativo, vincendo la resistenza opposta dai pubblici amministratori, in modo tale da indurre i promotori dell'iniziativa alla corresponsione dell'illecito compenso.

Un passaggio di particolare interesse veniva documentato il 20 settembre 2011 a bordo dell'autovettura del GIUFFRIDA, quando si registrava una conversazione tra lo stesso ed un soggetto successivamente identificato in Giuseppe RECUPERO, dalla quale emergevano espliciti riferimenti ad una contestuale dazione di denaro da parte di GIUFFRIDA in favore dell'interlocutore, il quale agiva anche nell'interesse dei propri sodali. Particolare indicativo dell'illiceità della situazione che si andava delineando, il fatto che gli stessi GIUFFRIDA e RECUPERO, a bordo dell'autovettura del primo, si spostassero dal centro di San Filippo del Mela al locale cimitero, luogo evidentemente più riservato; inoltre, il GIUFFRIDA si premurava di non portare con sé il telefono cellulare, all'evidente fine di evitare possibili localizzazioni. GIUFFRIDA consegnava al RECUPERO la somma di € 12.000,00 in contanti (Va bene... sono 12... aspetta, minchia... sono stati contati.... ), perché li dividesse con i propri sodali. Tale conclusione trovava conferma nel corso dell'intercettazione ambientale immediatamente successiva, quando GIUFFRIDA riferiva testualmente: "...gli toccano tremila euro l'uno ....ne fanno l'uso che vogliono insomma....", con ciò confermando che la somma di 12.000 euro appena consegnata al RECUPERO avrebbe dovuto essere equamente divisa tra quattro persone.

Uno snodo fondamentale nella complessa vicenda si aveva il 12.12.2011 quando il consiglio comunale di San Filippo del Mela approvava a maggioranza (nonostante alcune perplessità avanzate dal presidente del medesimo organo collegiale) la deliberazione proposta dall'Area Gestione Territorio datata 9 dicembre 2011, riguardante il progetto di piano di lottizzazione dei terreni siti in località Sorgente - Frazione di Archi, presentato dalla Società AREA s.r.l. Dopo l'approvazione della delibera n. 26/2011 da parte del Consiglio Comunale di San Filippo del Mela (avvenuta il 12 dicembre 2011), il progetto superava favorevolmente il vaglio della Conferenza dei servizi.
Infine, il 29 febbraio 2012, a bordo dell' autovettura in uso al GIUFFRIDA, questi riferiva di avere già versato 12.000 euro e che, ciò nonostante, avrebbe dovuto versare ulteriori somme, cosa che, tuttavia, non aveva intenzione di fare: “3000 glieli devo portare a quelli del Comune........non gli porto niente a nessuno!'!....erano 2500, 3000 no? Dovevo liquidizzarlo, portarlo a 3000 e darglieli a quelli del comune… già 12 glieli avevo dati e 3 facevano 15 e poi c'era ....inc...”.



Read more »

RIFIUTI, LA FIT CISL MESSINA RIBADISCE LE PERPLESSITÀ: «I LAVORATORI SIANO MAGGIORMENTE ASCOLTATI»

Messina, 28 aprile ’17 – «Non ci piace il ruolo delle cassandre ma possiamo affermare “lo avevamo detto”». È il commento di Letterio D’Amico, segretario della Fit Cisl, e la segretaria aziendale Rosaria Perrone, dopo la riunione tecnica di Messinambiente tenuta all’assessorato all’Ambiente dall'assessore Daniele Ialacqua.
«Le rappresentanze sindacali già dopo l'incontro del 23 marzo, avevano avvertito sulla possibilità che l'organizzazione del lavoro attuale avrebbe creato grossi problemi al servizio di raccolta e spazzamento cittadini. In quell'occasione – ricordano D'Amico e Perrone - avevamo chiesto il ripristino dei turni di raccolta nei festivi e prefestivi, almeno in alcune zone della città, lo svuotamento di tutti i compattatori il sabato, in modo che la domenica fossero a disposizione dei turni di raccolta almeno 5 articolati la sera ed altrettanti la mattina, ed infine di mantenere il turno di raccolta domenicale presso il mercato Zir ma, nonostante le rassicurazioni e la condivisione delle preoccupazioni da parte dell'assessore Ialacqua, nulla di ciò è stato posto in essere. E i risultati - si rammaricano i rappresentanti della Fit Cisl - purtroppo ci danno ragione. Siamo contenti del fatto che alle stesse determinazioni sia arrivato anche il tavolo tecnico, e capiamo le difficoltà del momento. Vorremmo solo - concludono D'Amico e Perrone - che i lavoratori fossero ascoltati di più. Speriamo accada con la nuova Messina Servizi Bene Comune».

Read more »

UIL, NUOVA SEDE ZONALE A MILAZZO

Aperta la nuova sede zonale della Uil a Milazzo. Ivan Tripodi: “Il segnale politico è che la UIL ha un profondo radicamento nel mondo del lavoro e nella società ”

Messina, 28 aprile 2017 - Nell’ambito dell’azione di rafforzamento politico-organizzativo portata avanti dal nuovo gruppo dirigente della UIL Messina, guidata dal segretario generale Ivan Tripodi, si è tenuta l’inaugurazione della nuova sede zonale di Milazzo. Alla presenza dei vertici regionali e provinciali sono stati ufficialmente aperti i moderni ed accoglienti locali, siti in Via Massimiliano Regis, 93: la sede ospiterà anche il Patronato Ital e il Caf UIL che saranno, come sempre, al servizio dei cittadini e dei lavoratori di tutto il comprensorio. Alla cerimonia inaugurale sono intervenuti i dirigenti sindacali: Carlo Caruso (segr. prov. Uiltec), Salvatore Napoli (Feneal-Uil), Paqualino Rizzo (segr. prov. Uilm), Pasquale De Vardo (segretario organizzativo UIL Messina), Pippo Calapai (tesoriere UIL Messina), Ivan Tripodi (segretario generale UIL Messina), Paolo Pirani (segretario generale Uiltec), Luisella Lionti (segretaria organizzativa UIL Sicilia). La sede zonale UIL Milazzo sarà un esempio di concreta realizzazione del Sindacato a rete che rappresenta il miglior modo per dare risposte efficaci e credibili al complesso mondo del lavoro e del non-lavoro.

La UIL di Messina, pertanto, ottiene un ulteriore risultato positivo nell’importante azione di rilancio politico-organizzativo. “Il chiaro segnale politico che, con profonda soddisfazione, intendiamo lanciare – ha affermato Ivan Tripodi, segretario generale UIL Messina – è che la Uil, oggi più di prima, ha un forte radicamento sia nel mondo del lavoro che nelle realtà territoriali spesso dimenticate e abbandonate dalle Istituzioni e da insulse scelte della politica. La nuova sede zonale sarà un punto nevralgico per dare risposte concrete, attraverso i nostri servizi di Patronato e Caf, ai lavoratori e ai cittadini di un comprensorio importante come quello milazzese”.




Read more »

TURISMO E COMMERCIO, PREOCCUPAZIONE DELLA FISASCAT CISL PER IL RITARDO NELLE ASSUNZIONI

 TURISMO E COMMERCIO, PREOCCUPAZIONE DELLA FISASCAT CISL PER IL RITARDO NELLE ASSUNZIONI DEI LAVORATORI STAGIONALI. «ALTRO CHE DESTAGIONALIZZAZIONE. AI PROCLAMI NON SEGUONO FATTI CONCRETI»

Messina, 28 aprile ’17 – Alle porte della stagione turistica c'è preoccupazione tra i lavoratori e le rappresentanze sindacali sulla situazione delle assunzioni, la relativa tempistica e le modalità contrattuali. Anche in questa annata i rapporti di lavoro rischiano concretamente di assottigliarsi nella durata, determinando forte apprensione tra i circa 10 mila impiegati nel Turismo – Commercio e Servizi a Taormina e nel relativo comprensorio.
«Qualcuno è stato già chiamato in servizio ma una larga parte di lavoratori stagionali non sono stati ancora assunti e si è inteso, evidentemente, far slittare oltre il 16 aprile le relative procedure di avviamento» spiega Salvatore D'Agostino, segretario generale della Fisascat Cisl Messina.

«C’è preoccupazione – aggiunge - soprattutto per coloro che hanno terminato il periodo di indennità di disoccupazione a febbraio e hanno avuto ridotto del 50% l’emolumento rispetto al passato. La deroga per la concessione del mese in più non è stata ancora corrisposta da Inps ai lavori stagionali e così, al momento, chi ha lavorato 6 mesi se ne è visto riconoscere soltanto tre anziché quattro».
La Fisascat Cisl ha denunciato in presenza del vicepresidente della Regione, Lo Bello, e più recentemente giovedì scorso dinnanzi al governatore Crocetta la spinosa questione inerente i vantaggi fiscali avuti dalle aziende, beneficiarie di sgravi Irap. A fronte di tale riduzione delle tasse non stato effettuato nessun incremento occupazionale né tanto meno sono stati dati mesi aggiuntivi di lavoro. Pertanto i rapporti di lavoro sono rimasti come l’anno precedente.

«Parlano tutti di destagionalizzare l’offerta turistica in questo territorio ma poi, oltre alle parole e i soliti proclami, non si da seguito a fatti concreti, che si dovrebbero realizzare aumentando i periodi di apertura nell'interesse dei lavoratori e dell'economia turistica siciliana. L'unico progetto percorribile ed attuabile, in grado di dare risposte ai lavoratori e al settore del Turismo, Commercio e Servizi, rimane quello presentato dalla Fisascat Cisl Sicilia al ministro Franceschini, all'assessore Barbagallo ed al ministro Poletti. Vogliamo inoltre ricordare ed evidenziare il dato significativo delle oltre cinquemila firme presentate della petizione per la riforma Naspi», dichiarano il segretario generale regionale Mimma Calabrò e il segretario generale aggiunto della Fisascat Cisl Sicilia, Pancrazio Di Leo.

«La mancata revisione della riforma Naspi e le mancate o ritardate assunzioni, considerato il perdurare della scarsa chiarezza di alcune strutture ricettive - aggiunge Pancrazio Di Leo - ci inducono ad intensificare l'impegno a difesa dei lavoratori, con una serie di in iniziative che verranno presto pianificate e rese note».

Per il segretario generale nazionale della Fisascat Cisl, Pierangelo Raineri, «il Governo centrale è opportuno che proceda ad una revisione della Naspi ma soprattutto a studiare e porre in essere una seria soluzione strutturale che possa portare ad una destagionalizzazione del comparto, ma anche a misure finalizzate a consentire una condizione di maggiore stabilità per i lavoratori stagionali, che allo stato attuale delle cose non hanno la necessaria garanzia occupazionale ed in prospettiva rischiano di andare incontro ad ulteriori difficoltà per la posizione pensionistica».

Read more »

TEATRO MANDANICI, DOMANI “UN CANTO MEDITERRANEO”

Barcellona Pozzo di Gotto (ME), 28/04/2017 – Domani sabato 29 alle ore 21 al Teatro Mandanici, diretto da Sergio Maifredi, andrà in scena “Un canto mediterraneo”, progetto speciale del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto , guidato dal sindaco Roberto Materia. In scena Mario Incudine (direzione artistica e regia), Antonio Vasta (maestro concertatore e direttore), Peppe Servillo (special guest) , Faisal Taher, Anita Vitale, Stefania Patané, Antonio Puztu, Giorgio Rizzo, Antonio Livoti, Carmelo Imbesi, Carmen Zangarà, Pino Ricosta e Manfredi Tumminello e l’Orchestra popolare del Teatro Mandanici composta dal coro di voci bianche “I piccoli cantori” diretti da Salvina Miano, i Visillanti di Barcellona e di Pozzo di Gotto, il grande ensemble di Zampogne a paru, gli organetti di Pippo Benevento e Antonio Merulla.

Read more »

TRACCIATO FERROVIARIO TERME VIGLIATORE: 15 ANNI ED ANCORA NON C’È CHIAREZZA

Comunicato stampa del deputato Villarosa su di un'interrogazione legata alle opere compensative che negli anni sono state realizzate nel comune di Terme Vigliatore.
Villarosa: “Sono passati più di 15 anni ed ancora oggi non c’è chiarezza sui lavori legati alle opere compensative connesse al tracciato ferroviario nel comune di Terme Vigliatore, ma soprattutto non è stato ancora riaperto il passaggio a livello della frazione di S. Biagio previsto dal 2008 circa.”

Il deputato Alessio Villarosa del Movimento 5 Stelle comunica di aver depositato, dopo numerose segnalazioni e dossier ricevuti sul tema, un’interrogazione sulle opere compensative al tracciato ferroviario che negli anni sono state previste ed effettuate per il comune di Terme Vigliatore. Interrogazione che chiede esplicitamente al Governo quali iniziative di competenza intenda adottare per verificare la corretta esecuzione e gestione dei lavori connessi alle opere compensative al tracciato ferroviario, ancora oggi non totalmente realizzate, e se il Governo intenda intervenire, per quanto di competenza, per una veloce realizzazione.

“Dopo quasi 20 anni di lavori prima eseguiti e poi smantellati, opere realizzate, liste e riunioni, sottopassi non presi in consegna da ANAS <>, non si ha ancora ad oggi un collegamento fra la SS185 e la SS113 di Terme Vigliatore e soprattutto, nonostante le numerose segnalazioni e atti sul tema nessuno degli enti governativi interessati ha fatto chiarezza su come siano stati svolti i lavori e sul perché negli anni siano state prese scelte quasi discrezionali alcune delle quali neanche discusse in consiglio comunale.”



Read more »

LACCOTO SULLE PRIMARIE PD: "DOMANI AL VOTO, PER RENZI"

Nota stampa del deputato regionale del PD Giuseppe Laccoto sulle primarie del Partito Democratico in programma domani 30 aprile in tutta Italia
29/04/2017 - Domani, domenica 30 aprile, sarà un giorno importante non solo per il Partito Democratico che sceglierà il proprio segretario, ma anche per l’Italia intera. Le primarie, infatti, rappresentano uno straordinario esercizio di democrazia. Il Pd è l'unico partito del confronto e della partecipazione e le primarie per scegliere il segretario esaltano queste caratteristiche.
Ritengo che la mozione presentata da Renzi e Martina al congresso sia la più adeguata ai tempi moderni per il Partito Democratico, per l’Italia e per l’Europa. E’ il progetto più incisivo e convincente, quello che mette al centro la persona e il cambiamento.

Al di là di sterili discussioni sui social o fantomatiche votazioni on line, la presenza attiva di migliaia di cittadini che si recano a votare nei seggi allestiti dal Pd in tutta Italia rafforza un processo democratico che è linfa vitale per questo partito e per tutta l'Italia. Mi auguro che domenica vi sia una massiccia partecipazione, per legittimare ancora una volta il Pd come comunità viva e prima forza di governo capace di proseguire il grande lavoro di riforma avviato. Per questo mi appello alla partecipazione di cittadini ed elettori, allo scopo di rafforzare la democrazia di questo Paese in questo momento cruciale per il nostro futuro e per quello dei nostri figli.

Pippo Laccoto

Read more »

GRAMSCI: RIFLETTERE SULLA SUA FIGURA, È ATTUALE E FONTE DI ISPIRAZIONE

Roma, 27 aprile 2017 - A ottant’anni dalla morte di Antonio Gramsci “invitiamo le scuole a riflettere sulla sua figura e sulla sua opera che ha introdotto categorie di pensiero universali, utili per comprendere la complessità del presente che viviamo e le sue radici storiche. A tal proposito, all’inizio della prossima settimana invieremo agli istituti scolastici una circolare per promuovere occasioni di studio, ricerca e approfondimento”. Così la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.
“Ben vengano, inoltre, iniziative come quella messa in campo dalla Camera dei deputati che oggi ha inaugurato, alla presenza del Presidente Mattarella, una importante mostra che consentirà a cittadine e cittadini di sfogliare le opere di Gramsci. Mentre l’Istituto Treccani – prosegue Fedeli - oggi aprirà le sue porte al pubblico con l’obiettivo di rendere omaggio a Gramsci cercando di avvicinare soprattutto le più giovani e i più giovani alla portata storica della sua eredità politica e culturale che ha ancora una straordinaria attualità”.

“Nei Quaderni del carcere – aggiunge la Ministra - grande attenzione viene riservata alla scuola, al tema, cruciale, dell’istruzione come strumento di emancipazione. Diceva Gramsci: ‘studiate perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza’. È un messaggio che dobbiamo trasmettere con forza alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, fornendo loro gli strumenti per affrontare il futuro come cittadine e cittadini avvertiti e attivi”.

“Gramsci – continua - è stato un intellettuale centrale del Novecento: nei suoi scritti ritroviamo una costante attenzione all’Italia, alla nostra storia sociale e culturale - analizzata anche in ottica territoriale - ma con lo sguardo sempre fisso verso l’orizzonte sovranazionale. Avvertiva già allora l’importanza di essere cittadine e cittadini globali, partecipi, attivi, non indifferenti, ‘partigiani’ perché, diceva, ‘chi vive veramente non può non essere cittadino, e parteggiare’. Le giovani e i giovani erano i primi destinatari delle sue riflessioni e a loro dobbiamo far conoscere il suo pensiero oltre che, naturalmente, la sua vicenda umana che rappresenta un pezzo importante della storia del secolo scorso. Gramsci fu uno dei padri della sinistra italiana, tra i fondatori del Partito comunista e di un giornale, ‘l’Unità’, sul quale ancora oggi campeggia il suo nome”.

“Il suo rigore e la sua levatura morale, la sua grande attenzione alle questioni politiche, sociali e culturali del nostro Paese costituiscono un patrimonio da cui attingere, una fonte preziosa di ispirazione per rinnovare, oggi, - conclude Fedeli - il nostro essere protagoniste e protagonisti della vita del Paese e del suo sviluppo”.




Read more »

CASSA DEPOSITI E PRESTITI APPRODA AL SUD: APERTO UN NUOVO UFFICIO A PALERMO

Sesta sede di Gruppo, in linea con l’obiettivo strategico del Piano Industriale di avvicinare Cassa depositi e prestiti al territorio

Palermo, 27 aprile 2017 - Il Gruppo Cassa depositi e prestiti approda nel Sud Italia con una nuova sede territoriale a Palermo. E' operativo da oggi il nuovo ufficio nel capoluogo siciliano, primo nel Mezzogiorno, punto di riferimento per Enti locali, imprese, banche e altri stakeholder per i finanziamenti ed il supporto all’economia della regione, in linea con il ruolo di Istituto Nazionale di Promozione di CDP. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’obiettivo strategico, previsto dal Piano Industriale 2016/2020, di avvicinare CDP al territorio e si aggiunge alle recenti aperture delle sedi di Bologna, Torino e Venezia, che si affiancano a quelle centrali di Roma e Milano assicurando così al Gruppo CDP, con sei uffici, una presenza sempre più capillare sul territorio.

Nella regione siciliana la divisione Enti pubblici di CDP ha attivato negli ultimi 5 anni nuovi finanziamenti per 878 milioni di euro a favore di 132 Enti locali, mentre il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo rappresentato da SACE e SIMEST ha accompagnato nel solo 2016 circa 500 imprese siciliane nei loro piani di crescita estera. L’ufficio territoriale di Palermo, in via Principe di Belmonte 103/C, agisce da unico punto di contatto con gli esperti di CDP e delle società SACE e SIMEST per approfondimenti su temi quali l’accesso al credito, i prodotti assicurativi e finanziari, la gestione online dei finanziamenti e le nuove iniziative del Gruppo sul territorio.

Antonella Baldino, Chief Business Officer di Cassa depositi e prestiti, ha dichiarato: <>.

Read more »

OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO AL TEATRO VITTORIO EMANUELE DI MESSINA

Il 7 maggio al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Oltre 150 artisti, tra cui ANTONELLA RUGGIERO, RICCARDO PIRRONE, LELLO ANALFINO e NONÒ SALAMONE, reinterpretano i più grandi successi del padre della canzone d’autore italiana

29/04/2017 - Si terrà domenica 7 maggio 2017 a Messina lo speciale OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO, l’evento organizzato da Nino Germanà con la direzione artistica e la regia di Alfredo Lo Faro e il patrocinio del Comune di Messina. L’imperdibile serata vedrà oltre 150 artisti riuniti sul palco del Teatro Vittorio Emanuele per celebrare lo straordinario musicista e attore, considerato il padre della canzone d’autore italiana, e il suo stretto rapporto con la Sicilia e con Messina in particolare. Originario di un piccolo paese in provincia di Bari, Modugno, che sposò una messinese, fu infatti ispirato dalla gente e dalle storie della Sicilia, di cui si fece portavoce scrivendo e interpretando numerose canzoni nel dialetto dell’isola, conosciute in tutto il mondo e divenute negli anni veri e propri classici del repertorio poetico e musicale italiano.

Nel corso di uno spettacolo magicamente narrato da Salvatore Nocera Bracco, a reinterpretare le più belle canzoni di Domenico Modugno saranno le voci della raffinata Antonella Ruggiero, del crooner Riccardo Pirrone, di Lello Analfino dei Tinturia, che già più volte nella sua carriera ha riproposto brani del Maestro, e di Nonò Salamone, il cantastorie amico di Modugno che come lui ha contribuito a diffondere il canto siciliano nel mondo. I quattro cantanti saranno accompagnati dall’orchestra Sinfonietta Messina, diretta dal Maestro Domenico Riina, con la partecipazione straordinaria di quattro solisti siciliani apprezzati a livello internazionale: il chitarrista Francesco Buzzurro, l’armonicista Giuseppe Milici, il clarinettista Nicola Giammarinaro e il fisarmonicista Pietro Adragna. In scaletta più di venti brani, non solo in dialetto siciliano, tra cui Lu pisce spada, Meraviglioso, Malarazza, Tu si’ ‘na cosa grande, Amara terra mia, La donna riccia. A impreziosire l’evento le coreografie di Marco Savatteri, che dirigerà i ragazzi della Casa del Musical.



“Con questo grande spettacolo racconteremo decenni di storia dell’Italia nel mondo, celebrando un artista eclettico e geniale che attraverso i suoi testi ha saputo creare non solo emozioni, ma anche rivoluzioni – spiega Nino Germanà – È straordinario come Modugno sia ancora oggi così attuale e ci auguriamo che questo evento culturale possa divenire uno strumento e un esempio di rinascita per la nostra città”.



Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.00. I biglietti (da 16,50 a 31,50 euro compresi i diritti di prevendita) sono disponibili nei circuiti Ticketone e Tickettando e online su www.ticketone.it e www.tickettando.it.



Palermo, 29 aprile 2017

Read more »

“SICILIA ANNO ZERO. LA GESTIONE FONDI EUROPEI 2014-2020”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 minuti fa
*Iniziativa Articolo Uno- Movimento Democratico Progressista. Domenica 9 aprile ore 17.30* Palermo 7 Aprile 2017 - “Sicilia Anno Zero. La gestione fondi europei 2014-2020”: è il tema dell’iniziativa organizzata da Articolo Uno- Movimento Democratico Progressista, in programma domenica 9 aprile alle 17.30 nella sede di MagnetiKowork,a Palermo in via Emerico Amari 148. “I fondi europei generano sempre tante domande: dove finiscono? Sono andati perduti? Abbiamo sprecato un'occasione? Quale futuro e quali fondi ci attendono da ora in poi? “: questi interrogativi, saranno al centro del co... altro »

CROCETTA: IN SICILIA VOTEREMO IL 5 NOVEMBRE E SI RICANDIDA A GOVERNATORE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 25 minuti fa
*Elezioni regionali in Sicilia, si voterà il 5 novembre. Lo annuncia il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta che ha annunciato la sua ricandidatura e il suo movimento "Riparte Sicilia".* *Crocetta - inoltre - dice di festeggiare oggi “una grande vittoria con il via libera a Roma della rete ospedaliera siciliana”. * 07/04/2017 - In Sicilia le Elezioni regionali si terranno il 5 novembre. Lo annuncia il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta che ha annunciato pure la sua ricandidatura e il suo movimento "Riparte Sicilia". Crocetta dice di festeggiare oggi “un... altro »

INDUSTRIA 4.0 ANCHE AL SUD SI PUÒ FARE IMPRESA CON LA DIGITALIZZAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 34 minuti fa
*Il governo ha predisposto una serie robusta di incentivi per facilitare un nuovo ciclo di investimenti da parte delle imprese e per rivitalizzare attraverso la digitalizzazione il settore manifatturiero.* 07/04/2017 - Sarà cruciale il ruolo delle grandi aziende italiane, tra cui quelle della cosiddetta “Silicon Valley” siciliana, a testimonianza che anche al sud del Paese si può fare impresa di successo e ci sono bravi imprenditori e manager. Lo ha detto il Presidente del Senato Pietro Grasso, nel suo intervento al convegno “Industria 4.0. Investimenti produttività ed innovazione... altro »

BUONA SCUOLA, RECLUTAMENTO E FORMAZIONE INIZIALE DEI DOCENTI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
Roma, 07/04/2017 - La Buona Scuola, in Cdm via libera definitivo ai decreti attuativi. I provvedimenti approvati oggi in Consiglio dei Ministri. Si tratta di decreti che danno il via libera definitivo del Consiglio dei Ministri sui decreti legislativi attuativi della Buona Scuola. Il Governo ha esercitato otto delle nove deleghe previste dalla legge di riforma approvata a luglio del 2015. La nona riguardava la revisione del Testo unico sulla scuola per la quale sarà previsto un disegno di legge delega specifico e successivo. *Reclutamento e formazione iniziale delle e dei docenti **n... altro »

BUONA SCUOLA, VIA LIBERA DEFINITIVO AI DECRETI ATTUATIVI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
*La Buona Scuola, in Cdm via libera definitivo ai decreti attuativi. Fedeli: “Testi approvati sono il frutto di un lungo lavoro di consultazione. Qualificano ulteriormente il sistema di Istruzione”* Roma, 7 aprile 2017 - “I provvedimenti approvati oggi in Consiglio dei Ministri sono il frutto di un lungo lavoro di consultazione in sede parlamentare, nelle commissioni competenti. C’è stato un ampio confronto che è servito a migliorare ed arricchire i testi. Si tratta di decreti che qualificano ulteriormente il sistema di Istruzione del nostro Paese”. Lo dichiara la Ministra Valeria ... altro »

GERMANA': "BAGHERIA NON È MEGLIO DI BROLO, INTERROGHIAMO LA REGIONE"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
*Nota del deputato regionale di Alternativa Popolare, Onorevole Nino Germanà, sulla recente interrogazione depositata dallo stesso in merito alla condizione in cui versa il comune di Bagheria. Germanà interroga la Regione sulla situazione finanziaria di Bagheria: "Col populismo si vince facile,governare è altra cosa"* 07/04/2017 - "I deputati cinque stelle invocano scioglimenti di consigli comunali senza preoccuparsi di verificare le condizioni esistenti e fingendo che situazioni di difficoltà interessino solo alcuni comuni e non anche quelli in cui sono loro ad amministrare", così,... altro »

CASTEL DI TUSA, UNA DISCARICA ABUSIVA VICINO LA “FIUMARA D'ARTE”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
Mistretta (Me), 07/04/2017 - I Carabinieri della Compagnia di Mistretta, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti, nel corso di sevizi volti alla prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale, hanno fatto accesso presso i locali della ditta che, dal gennaio 2014 ad oggi, gestisce il servizio di raccolta rifiuti solidi urbani per conto del Comune di Tusa, BARBERA SERVIZI E LOGISTICA S.R.L.S.. L’ impresa, ubicata a Castel di Tusa, adiacente al greto del torrente Tusa, luogo meglio conosciuto per la presenza della fondazione “Fiumara d'arte” ch... altro »

AUTOSTRADE DELLA SICILIA: I MOTIVI DI UNA SPA ALLA GUIDA DELLA RETE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
*Dichiarazioni del Presidente del Consorzio Rosario Faraci sui i motivi di una Spa alla guida della rete autostradale della Sicilia * Messina, 6-4-2017 - Si tratta di una significativa scelta manageriale finalizzata alla creazione di una società unica mista CAS–Anas, sottoforma di spa, per gestire la rete autostradale esistente ed implementarla della parte ancora non realizzata, assicurando i livelli delle migliori autostrade europee, con una gestione efficiente e agile, che consenta interventi veloci, una spesa programmata, e l’immediata conseguenzialità tra decisioni ed attuazione... altro »

RACCOLTA DIFFERENZIATA: LA SICILIA LA PIÙ LONTANA DAI TARGET EUROPEI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*La raccolta differenziata nel 2015 ha superato l'obiettivo del 45% previsto dalla normativa nazionale per il 2008. Nella raccolta differenziata esiste ancora un forte divario tra Nord, Centro e Sud. Le performance migliori sono quelle della provincia autonoma di Trento e del Veneto, dove si supera il 65%, obiettivo previsto per il 2012. Con il 12,8% la Sicilia si conferma la più lontana dai target europei.* 14/04/2017 - “Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo”, giunto alla nona edizione, mette in luce la posizione dell’Italia nel contesto europeo e le diffe... altro »

NOI ITALIA: LA DISEGUAGLIANZA È PIÙ ELEVATA IN SICILIA E PIÙ BASSA NEL NORD-EST

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo Edizione 2017* 14/04/2017 - “Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo”, giunto alla nona edizione, mette in luce la posizione dell’Italia nel contesto europeo e le differenze regionali che lo caratterizzano attraverso una selezione di indicatori statistici che spaziano dall’economia alla cultura, al mercato del lavoro, alle condizioni economiche delle famiglie, alla finanza pubblica, all’ambiente. Grazie agli strumenti di visualizzazione grafica pensati per facilitare la lettura dei fenomeni nel te... altro »

DISABILITA' SICILIA: NUOVO EMENDAMENTO AGGIUNTIVO DI 100 MILIONI, PORTA A 288 MILIONI DI EURO I FONDI 2017

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*Crocetta: ”Per i disabili la Regione sta mettendo in campo tutto l'impegno e le risorse possibili”* *"Un nuovo emendamento del governo incrementa di ulteriori 100 milioni di euro il fondo unico per la disabilità. Con il nuovo emendamento del governo, il fondo unico regionale per la disabilità sarà, per il 2017, di ben 288 milioni". Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta.* Palermo, 13 apr. 2017 - "Saluto positivamente il fatto che i soggetti con disabilità scendano in piazza. E' una scelta democratica che fa uscire dall'ombra questi cittadini. So... altro »

DOTTORATI DI RICERCA, FEDELI FIRMA LE NUOVE LINEE GUIDA PER L’ACCREDITAMENTO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*Più scambi internazionali e attenzione alla qualificazione dei percorsi* Roma, 14 aprile 2017 - Maggiore semplificazione dei requisiti di accreditamento, accertamento più capillare della qualità delle attività di studio, attenzione alle dotazioni materiali – biblioteche, database, laboratori – a supporto della ricerca da svolgere, più spazio all’innovazione e all’internazionalizzazione. La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, ha firmato le nuove Linee guida per l’Accreditamento e la conseguente attivazione dei corsi di dottorato delle Universit... altro »

DI MAIO SUI RUMENI, SCILIPOTI: “RUMENI OFFESI DA RAPPRESENTANTE ISTITUZIONALE, ERRORE INQUALIFICABILE”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*"Gravissime le parole di Luigi Di Maio, leader dei 5 Stelle, parole che ledono l’onore e la dignità dei nostri fratelli rumeni, cittadini europei che vivono da anni in Italia, lavorando e pagando le tasse”. Lo dichiara il Senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti Isgrò, che è intervenuto sulla vicenda dopo le parole d’offesa del Presidente Di Maio, il quale ha scritto sui social che il 40% dei rumeni sarebbe composto da criminali.* 14/04/2017 - “Un rappresentante delle istituzioni italiane non dovrebbe affermare certe frasi che rischiano di compromettere i rapporti tra i nostri ... altro »

PASQUA E STRADE: AUMENTA IL TRAFFICO SU TUTTA LA RETE ANAS

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*Previsto un incremento di traffico su lunga e breve percorrenza su tutta la rete. Impegno di uomini e mezzi. Stop ai veicoli pesanti* Roma, 14 aprile 2017 - Al via le prime partenze, in occasione delle festività pasquali, sulla rete stradale e autostradale di oltre 26mila chilometri gestita da Anas. Per fronteggiare i maggiori flussi di traffico, a partire da domani, venerdì 14 aprile, e fino a martedì 18 aprile, è stato predisposto un piano di interventi coordinati lungo tutta la rete di competenza per l’assistenza agli automobilisti e per ridurre i disagi determinati dalla prese... altro »

MESSINA: "ANCHE CUZZOLA PROMETTE E NON MANTIENE"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*"Anche Cuzzola promette e non mantiene. Fortunato quel paese che non ha bisogno di assessori". Documento di CapitaleMessina a firma di Gianfranco Salmeri* Messina, 14 aprile 2017 - Tre aprile 2017: "Il nostro bilancio sarà pronto prima di Pasqua". Queste le dichiarazioni assertive dell'assessore al Bilancio della Giunta Accorinti Vincenzo Cuzzola. Parole che ci hanno rassicurato e confortato, soprattutto dopo il bluff di fine d'anno, quando l'Amministrazione Accorinti millantò l'approvazione del bilancio previsionale del comune di Messina "tra le prime città d'Italia". Poiché il ... altro »

TORRENTE MAZZARRA’, CONTINUA LO SVERSAMENTO DEL PERCOLATO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*A distanza di circa dieci giorni dallo sversamento di percolato della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, ancora nessun intervento risolutivo è stato ancora posto in essere.* Furnari, 14 Aprile 2017 - In questo momento, secondo la stima comunicata da TirrenoAmbiente spa alla Regione, vengono quotidianamente sversati nel Torrente Mazzarrà circa 55 metri cubi di percolato al giorno. Tutto questo avviene nonostante il tavolo tecnico convocato dalla Regione il 07 Aprile 2017 al quale ha partecipato di sua iniziativa anche il Sindaco di Furnari. In quella sede TirrenoAmbiente S.p.a. s... altro »

MISTRETTA: DAL 18 APRILE LA CHIUSURA DELLA SS 117 PER LAVORI DI METANIZZAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
*Anas comunica che a partire da martedì 18 aprile e fino al 16 maggio la strada statale 117 “Centrale Sicula” sarà chiusa al traffico dal km 11,800 al km 17,300, a Mistretta (ME). Sicilia, Anas: al via i lavori di sostituzione delle barriere di sicurezza dello spartitraffico sull’autostrada A19 “Palermo-Catania” tra Villabate e Bagheria. Da martedì 18 aprile chiusura delle corsie di sorpasso nei tratti interessati* Palermo, 14 aprile 2017 - Il provvedimento è necessario per consentire i lavori di posa della condotta del gas all’interno del centro abitato. Il percorso alternativo è ... altro »

OPERE PUBBLICHE: CON IL DEF 2017 APPROVATI I FABBISOGNI INFRASTRUTTURALI AL 2030

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 3 giorni fa
Roma, 13 aprile 2017 - Con il Def 2017 è stato approvato l’Allegato su proposta del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, dal titolo “Connettere l’Italia: fabbisogni e progetti infrastrutturali”, che individua i fabbisogni infrastrutturali al 2030. Applicando i criteri previsti dal Nuovo Codice dei Contratti pubblici si pone come il superamento sostanziale della Legge Obiettivo, non più leggi speciali, ma parametri certi per programmare e scegliere le opere. Al centro dell’azione di governo i fabbisogni dei cittadini e delle imprese, e le infrastrutture co... altro »